Estratto Conto Debitorio Equitalia: Come Leggerlo e Gestirlo per Evitare Problemi Finanziari

debiti

Attraverso l’Estratto Conto Debitorio dell’Equitalia, è possibile scoprire la situazione finanziaria di una persona.

Infatti, effettuando una consultazione delle Cartelle Equitalia si ha l’opportunità di visualizzare un elenco che racchiude tutti quei debiti (e i relativi importi) contratti da un soggetto (fisico o giuridico) verso una serie di enti che hanno dato l’incarico a Equitalia per il recupero crediti.

Insomma, l’estratto conto debitorio è un documento in cui ci sono varie informazioni utili per conoscere nel dettaglio la propria posizione debitoria, oppure quella di terzi. Ma come leggerlo e gestirlo per evitare problemi finanziari?

Estratto Conto Debitorio come scaricarlo

Per prima cosa, risulta fondamentale sapere che l’estratto conto debitorio si può ottenere in due modi principali.

Nello specifico, il richiedente ha la facoltà di recarsi presso uno degli sportelli fisici di Equitalia e fare la richiesta. In alternativa, basterà collegarsi sul loro sito online o su una delle piattaforme telematiche che trattano questa tipologia di servizio (come ad esempio Tutto Visure, leader nel settore da numerosi anni).

Prima di leggere il documento, dovrete accedere sul portale di Equitalia e cliccare sulla voce “Verifica la tua situazione- Estratto conto”. A questo punto, bisognerà inserire il nome utente e la password, che vi verranno forniti dall’Agenzia dell’Entrate o dall’Inps.

Estratto Conto Debitorio come leggerlo

E allora in che modo si può leggere l’estratto conto debitorio?

Sul foglio vi compariranno i dati disposti su delle colonne, ovvero:

  • Numero del documento, sarebbe a dire l’identificativo di qualsiasi documento che viene assegnato al contribuente.
  • Descrizione: essa corrisponde alla natura del documento. Di conseguenza, vi specificheranno se si parla di una cartella di pagamento, un’ipoteca e così via.
  • Ente creditore/ impositore: è l’amministrazione titolare del credito a cui bisogna far riferimento in situazione di sgravi o rettifiche.
  • Data notifica: la data in cui è stata notificata la cartello (in base a Equitalia). Se dovesse esserci scritto “00/00/0000”, vuol dire la notifica non è mai avvenuta; pertanto, il contribuente ha il diritto di chiedere la cancellazione del debito.
  • Iniziale, ovvero il capitale iniziale da pagare.
  • Da pagare, voce che corrisponde al capitale residuo da pagare.
  • Presenza sospensione: se Equitalia o l’ente titolare del credito hanno dichiarato sospesa l’efficacia esecutiva dell’atto, sarà impossibile che si verifichi un pignoramento, un’ipoteca o uno stato di fermo.
  • Presenza sgravio: sarebbe la possibile presenza di uno sgravio sull’importo da pagare.
  • Presenza rateazioni: la facoltà di rateizzare (o meno) l’importo, a seguito della richiesta del contribuente.

Insomma, grazie a questo documento potrete tenere sotto controllo la situazione finanziaria e richiedere eventuali modifiche in caso di errori.

Estratto Conto Debitorio Online

Come vi abbiamo già detto in precedenza, l’estratto conto debitorio Equitalia si può consultare online, stando tranquillamente da casa.

Per scaricare questo foglio, dovrete collegarvi in primis sul loro sito o sulla piattaforma telematica che funge da tramite. Dopo aver selezionato la voce “estratto conto debitorio Equitalia”, vi chiederanno di inserire una serie di dati anagrafici, come ad esempio:

  • Il nome, il cognome, la data di nascita, il codice fiscale, la Provincia e il Comune di appartenenza (in caso di persone fisiche)
  • La partita Iva e/o il codice fiscale, la ragione sociale, il Comune e la Provincia, Comune (in caso di persone giuridiche)

Una volta completato il tutto, non dovrete fare altro che attendere un loro responso. Le tempistiche possono variare a seconda della situazione specifica, anche se di solito sono necessari quei 5-10 giorni lavorativi. Ovviamente, i tempi partono dal momento in cui la modulistica risulta inviata in maniera corretta. Il motivo risiede nel fatto che bisognerà anche allegare una fotocopia della propria carta d’identità e un’eventuale delega firmata per le ricerche su terzi.

Redazione

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post
lavorando-con-planetaria

Impastatrice planetaria: perché usarla

Next Post
crema-contorno-occhi-naturale

Quale contorno occhi naturale scegliere

Related Posts