Abitativo
 

Home
Up

 

Esempio di Contratto di locazione di immobile urbano ad suo abitativo:modelli lettera locazione
bullet
art. 2, Legge 431/98
Scarica i modelli personalizzabili
in formato Word: 

contratti di locazione ad uso abitativo
CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE
URBANO AD USO ABITATIVO
Stipulato oggi <data>, in <luogo>
TRA: 
Il Sig. <nome e cognome> nato a <luogo di nascita> il <data di nascita> domiciliato in <località> via <indirizzo> C.F.: <codice fiscale> denominato parte locatrice
 E:
Il Sig. <nome e cognome> nato a <luogo di nascita> il <data di nascita> domiciliato in <località> via <indirizzo> C.F.: <codice fiscale> denominato parte conduttrice
Le parti convengono e stipulano:
1 - OGGETTTO DELLA LOCAZIONE: appartamento sito in <località> via <indirizzo> composto di n. <num. vani> vani utili e di n. <num. accessori> accessori, riportato nel catasto urbano di <località> alla partita <partita> con la categoria <categoria>
2 - DURATA DELLA LOCAZIONE: anni 4 ai sensi dell’art. 2 legge 9 dicembre 1998, n. 431, a partire dal <data> con scadenza al .<data>, rinnovabile per la stessa durata se non interviene  disdetta, tramite raccomandata R.R., almeno sei mesi prima della scadenza.
3 - IMMISSIONE IN POSSESSO DEL LOCALE: la immissione nel possesso del citato locale è fatta in  <data> con la consegna di n.<numero> chiavi.
4 - CANONE MENSILE: il canone mensile è pattuito in lire <importo>/euro <importo>da pagarsi dal <data> entro il giorno <numero> di ogni mese.
5 - MODALITA' DI PAGAMENTO: con bonifico bancario presso la banca indicata dal locatore, o assegno circolare/moneta contante da consegnarsi presso il domicilio del locatore, o a mezzo vaglia postale.
6 - AGGIORNAMENTO ISTAT: il canone dovrà essere aggiornato annualmente secondo gli indici dei prezzi al consumo accertati dall’ISTAT nella misura del <percentuale>.
7 - DESTINAZIONE D'USO: l’immobile sarà adibito esclusivamente ad uso abitativo del conduttore stipulante e dei suoi familiari con lui residenti: moglie <nome e cognome>; figli <nome e cognome>, <nome e cognome>, ........
8 - INADEMPIMENTO: il mancato pagamento di una sola mensilità costituisce motivo di risoluzione del contratto a norma dell’art. 1455 c.c.
9 - SPESE DI REGISTRAZIONE: sono divise a metà fra le parti come per legge, con onere a carico della conduttrice di provvedere alla relativa imposta.
10 - Per quanto non previsto si rinvia al codice civile e alla legge n. 431 del 9 dicembre 1998.
Letto, approvato e sottoscritto.
Il locatore
 Il conduttore
....................................
 ....................................
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 c.c. si approvano espressamente le clausole n. <numero clausole> che sono state rilette.
Il locatore
 Il conduttore
....................................
 ....................................
Questo che hai appena letto è un esempio di base di contratto di locazione ad uso abitativo. 
I contratti devono essere comunque di volta in volta adattati alle specifiche realtà.

 Scarica i nostri modelli personalizzabili in formato Word:       contratti di locazione ad uso abitativo

Per meglio tutelarti, ti proponiamo di seguito alcune clausole che ti suggeriamo di valutarne l'inserimento nel tuo contratto. 
A - RECESSO ANTICIPATO: la parte conduttrice ha/non ha facoltà di recedere anticipatamente dal contratto con un preavviso di almeno sei mesi, tramite raccomandata R.R..
 
B - CONDIZIONI DELL'IMMOBILE: Il conduttore dichiara di aver esaminato i locali oggetto del presente contratto e di averli trovati adatti al proprio uso ed in buono stato di manutenzione riconoscendo che sono esenti da difetti che possano influire sulla salute di chi vi abita. Si obbliga a riconsegnarli alla scadenza del contratto nello stesso stato.
 
C - DIVIETO DI MIGLIORIE ED ADDIZIONI: ogni aggiunta o modifica che non possa essere tolta senza danneggiare l'immobile non potrà essere effettuata dal conduttore, senza il preventivo consenso scritto da parte del proprietario. Restanno comunque a beneficio dell'immobile senza che nulla sia dovuto alla parte conduttrice, neanche a titolo di rimborso spese.
 
D - PITTURAZIONE: il conduttore provvede a sue spese alla pitturazione delle pareti e lascerà l’immobile alla scadenza nello stato in cui trovasi;
 
E - ONERI ACCESSORI: oltre al canone sono interamente a carico della parte conduttrice le spese relative al servizio di riscaldamento, la tassa per la rimozione dei rifiuti, quelle elencate dall'art. 9 della legge n. 392/1978 nonché, per patto espresso, il compenso dell'amministratore dello stabile e l'importo della polizza globale fabbricato. Il tutto nella misura del <percentuale> rispetto a quella risultante dai preventivi e rendiconti condominiali
 
F - MANUTENZIONE E RIPARAZIONI ORDINARIE DELLA COSA LOCATA: la parte conduttrice è costituita custode della cosa locata e dovrà mantenerla con la diligenza del buon padre di famiglia.
Essa è tenuta ad eseguire tutte le riparazioni conseguenti a danni provocati dalla sua negligenza nell'uso della cosa locata e delle apparecchiature ivi esistenti, nonché le piccole riparazioni di cui all'art. 1609 c.c. In esse rientrano, per patto espresso, quelle inerenti le parti degli impianti igienico-sanitari, elettrico, idrico, del gas, dell'acqua calda, di pertinenza esclusiva dell'immobile locato, nonché le riparazioni alle condutture idrauliche di scarico ed alle conseguenziali opere di ripristino nonché la manutenzione periodica degli infissi interni ed esterni.
Quando la cosa locata ha bisogno di riparazioni che non sono a carico della parte conduttrice, quest'ultima è tenuta a darne tempestiva comunicazione scritta alla parte locatrice medesima.
La parte conduttrice dovrà consentire, previo avviso, l'accesso all'unità immobiliare locata alla parte locatrice, all'amministratore o a loro incaricati.
 
G - DIVIETO DI SUBLOCAZIONE O CAMBIO D'USO: è fatto espresso divieto di sublocazione totale o parziale, di immettere nell'alloggio persone estranee al nucleo familiare del conduttore, indicati al punto <8>, di modificare l'uso convenuto o cedere il contratto.
 
H - REGOLAMENTO CONDOMINIALE: la parte conduttrice è obbligata a rispettare e a far rispettare ai propri familiari e/o dipendenti, le norme del regolamento condominiale e quelle che venissero deliberate dall'assemblea del condominio.
 
I - AUTORIZZAZIONE COMUNICAZIONE DATI (ai sensi della Legge 675/96): La parte conduttrice autorizza espressamente il locatore a fornire i propri dati personali all'amministratore dello stabile o a terzi per adempimenti riguardanti il rapporto locativo o comunque ad esso collegati.

Scarica i nostri modelli personalizzabili:  contratti di locazione ad uso abitativo

Tutti i contratti devono essere comunque di volta in volta adattati alla specifiche realtà.

 

Hai dei dubbi ? 

Non sai quali clausole sia opportuno inserire ?

Chiedi una consulenza On-line !